“Cagliari, i menefreghisti del Covid: dai market alle spiagge, i furbetti delle mascherine fieri sui social”

La lettera aperta del nostro lettore Gianni: Ma avete visto controlli sui mezzi pubblici? Ognuno fa i propri comodi, altro che mascherina FFP2 obbligatoria! Perchè all’interno dei grandi centri/ipermercati non hanno ancora disposto l’obbligatorietà della FFP2?”

Caro Direttore,

dopo essere rientrato da un grande supermercato di una nota catena presente – molto presente – qui a Cagliari , dove parecchie persone girovagavano con mascherine approssimative e che avevano visto giorni migliori ( il tutto fra il menefreghismo ed il “io non ho visto niente” del personale addetto) ,e dopo aver ascoltato per radio la solita sequela di false promesse ed assicurazioni, mi è sorto spontaneo chiedermi del perché  nessuno abbia il coraggio di affermare che questo “governicchio delle mezze misure” non ha ancora trovato – e mai lo troverà –  al suo interno un modus operandi efficace e risolutivo , tale da varare provvedimenti esaustivi e  capaci di arginare questa pandemia.

Capisco che buona parte di quei politici da avanspettacolo che ingrassano a nostre spese nei banchi di Montecitorio è legata  a problematiche che vanno dalla perdita di consensi all’arruffianamento delle masse, ma nascondersi dietro le previsioni oracolari di  personaggi dal sicuro futuro cabarettistico che circolano nei telegiornali non è certo la cosa migliore da farsi….

Basta con il valzer dei vaccini e delle dosi ballerine, non nascondiamoci , la verità è che, oltre ai vaccini,  NESSUNO ha ancora imposto misure restrittive tali da ostacolare la propagazione del virus.

Qualche dubbio su quanto scritto? Basta andare a fare la spesa oppure un giretto sui social :

 Perchè all’interno dei grandi centri/ipermercati non hanno ancora disposto l’obbligatorietà della FFP2?

Perchè la gente nei luoghi di villeggiatura posta foto/video dove gira tranquillamente con mascherine abbassate oppure senza?

Perchè dobbiamo continuare a sopportare tutti questi anziani che vanno a spasso per negozi perennemente con il naso di fuori, e se provi a farglielo notare ti guardano scocciati?

E’ veramente valsa la pena  astenersi dal  disporre “passaggi” di colore prima delle feste di alcune ( note ) regioni gravemente compromesse?

Ma avete visto controlli sui mezzi pubblici? Ognuno fa i propri comodi, altro che mascherina FFP2 obbligatoria!

Diciamola tutta: Draghi è un eccellente economista, leader indiscusso e riconosciuto in Europa, ma in politica è un pivellino che sbaglia tempi e modi in maniera dilettantistica ( basta vedere la telenovela del suo desiderato insediamento al Colle, gestita malissimo e sfanculata peggio…).

Non conosciamo ancora il “conto” che pagheremo da metà gennaio in poi, ma mi auguro che , almeno, possa servire a mettere un freno a questa deriva menefreghistica.

Gianni Banchini


In questo articolo: