Cagliari e Pula unite per la scommessa Unesco di Sant’Efisio (VIDEO)

Incontro pubblico a Cagliari, passi in avanti per il grande riconoscimento europeo. E il percorso del Santo potrebbe attrarre nuovi turisti: nel video le parole dell’assessore Argiolas e del sindaco di Pula Carla Medau

di Ignazia Melis

Passi avanti per la convenzione Unesco: Sant’Efisio va verso un grande riconoscimento europeo. La conferma è arrivata stamattina dall’assessore Barbara Argiolas, durante l’incontro pubblico all’ex Distlleria di Pirri sul “Piano di salvaguardia del patrimonio culturale immateriale del percorso processionale di Sant’Efisio”. Ma fondamentale è la grande sinergia che si sta creando tra Cagliari, Pula e gli altri Paesi coinvolti nel percorso del Santo. A Pirri era presente anche il sindaco di çPula Carla Medau: “Pula in quei giorni si libera dei confini geografici e diventa davvero la comunità di tutti..la casa di tutte le migliaia di visitatori- spiega nella sua pagina Fb- turisti e pellegrini che si stringono attorno al Santo e che ci danno la dimensione dell importanza di questa festa. Ma è tutta la Sardegna che si ritrova in uno straordinario scenario in cui il rito religioso, i festeggiamenti civili fatti di colori e musica e il richiamo turistico per il territorio sono elementi strettamente indissolubili. 
E in questo sta la grandezza di questa festa, che è la festa della nostra identità e che deve diventare un grande percorso educativo e formativo per i nostri giovani: è un patrimonio di tradizioni, quel cammino di fede che ci riporta alle nostre radici e diventa indimenticabile per chiunque lo viva da spettatore o da protagonista”. E presto nuovi orizzonti “europei” potrebbero aprirsi. Nel video di Renato Scano gli interventi dell’assessore Argiolas e del sindaco di Pula, 


In questo articolo: