Cagliari e l’hinterland si spopolano, la grande fuga all’estero: mille “addii” nell’ultimo anno

Uomini, soprattutto giovani, ma anche donne, tutti partiti all’estero negli ultimi dodici mesi. Ecco i dati ufficiali ed esclusivi. Perchè si parte? “Per mancanza di serenità e povertà”

I dati, nudi e crudi, prima di tutto: 949 residenti a Cagliari e provincia, nel 2018, hanno fatto le valigie e sono partiti via. Dove? Fuori dall’Italia, sparsi e sparpagliati per il mondo. Le cifre sono state fornite a Casteddu Online dalla Fondazione Migrantes, e fotografano una situazione tutt’altro che rosea. Sono prevalentemente i giovani a essere scappati dal capoluogo, ma nei registri dell’Aire – l’anagrafe degli italiani residenti all’estero – compaiono anche nomi di quarantenni e cinquantenni. E di donne. Ma la vera sorpresa – conteggiando i dati riferiti a tutta la Provincia – è che, in oltre tre casi su dieci, chi ha “salutato”, forse per sempre, il capoluogo sardo, ha tra i trentacinque e i quarantanove anni ed è, nella maggior parte dei casi, single. Una fuga certificata, quindi, e legata a varie ragioni. Nel documento che accompagna le tante pagine contenenti numeri e percentuali, infatti, Migrantes nota che c’è “una Italia non serena, persa tra indicatori statistici che non lasciano dubbi: oltre 1,8 milioni di famiglie italiane in povertà assoluta per un totale di 5 milioni di individui di cui oltre 2 milioni e 350mila nel Mezzogiorno. L’Italia è il paese più longevo d’Europa con 14.456 centenari residenti all’inizio del 2019 di cui l’84% donne. Con un’età media di 45,4 anni, una diminuzione di 128 mila nascite dal 2008, un numero di decessi pari a 10,5 individui ogni mille abitanti, un indice di vecchiaia  pari a 172,9, oltre 90mila residenti in meno in un anno, l’Italia vive un pieno inverno demografico al quale si uniscono la bassa crescita economica, la formazione e l’istruzione inadeguate al livello europeo e internazionale di innovazione e di competitività e un lieve miglioramento dei dati sulla occupazione e sulla disoccupazione per tutte le classi di età”.

 

E se Cagliari ha perso “solo” un migliaio scarso di abitanti, va peggio a livello regionale, con 3119 “ex sardi”. Di questi, 1681 sono uomini, ma le donne si difendono bene in questa triste classifica, con 1438 partenze.


In questo articolo: