Cagliari, l’odissea di una nonnina: “Esce dall’ospedale e le negano il bagno in farmacia”

Il bisogno impellente di una 78enne malata diventa un incubo. La lettera denuncia di Giovanna Loi: “Nonostante fosse una cliente e col foglio di dimissioni in man, le hanno negato il wc dicendo che era riservato al personale è che c’era un bar nelle vicinanze. Siamo disgustati”. L’episodio a San Michele

Bagno negato a una donna anziana e malata in una farmacia. La lettera è di Giovanna Loi: “Mia zia (78 anni, ndr) appena dimessa dal pronto soccorso, ci siamo fermate nella farmacia (nel rione di San Michele, ndr), per ritirare i farmaci prescritti, mostrando il foglio di dimissioni. Lei viene colpita da un impellente bisogno del bagno e ci è stato negato dicendo che era riservato al personale è che c’era un bar nelle vicinanze. Mi chiedo come può una farmacia che deve comunque dare un servizio di assistenza, negare un bagno, vedendo che compravano i farmaci per un problema intestinale avendo la diagnosi nelle mani. Siamo disgustati”.


In questo articolo: