Cagliari, arrestato falso tecnico di Abbanoa: ha rubato alle anziane vittime oltre 80 mila euro

Le vittime erano prevalentemente donne ultraottantenni. La Polizia di Cagliari fa un appello affinché chi ha subito furti in circostanze analoghe lo denunci. La denuncia è utile anche per individuare i proprietari dei gioielli e delle numerose custodie vuote trovate a casa del 58enne.

Cagliari, arrestato falso tecnico di Abbanoa: ha rubato alle anziane vittime oltre 80 mila euro.

Un uomo di 58 anni di Cagliari, disoccupato, è stato tratto in arresto ieri dalla Squadra Mobile perché indagato per una serie di furti aggravati consumati in città ai danni di anziani. 

Secondo quanto emerso dalle indagini, per otto volte, l’uomo si è introdotto nelle case delle vittime fingendosi dipendente della società che in Sardegna gestisce il servizio idrico. Per convincere gli anziani ad aprirgli la porta di casa, ha detto di dover restituire del denaro pagato con una bolletta, il cui importo però era superiore al consumo reale. L’uomo si faceva poi cambiare una banconota per poter saldare i conti oppure chiedeva di aprire tutti i rubinetti della casa, per verificare il corretto funzionamento del contatore. Poi, approfittando di un momento di distrazione riusciva a trovare soldi e gioielli, in genere custoditi nei cassetti o negli armadi.

All’inizio del 2022, il 58enne è riuscito a impossessarsi di tutti i risparmi di una novantenne di Cagliari, oltre 70 mila euro, che erano stati conservati in un comodino della camera da letto.

Le vittime erano prevalentemente donne ultraottantenni.

Nel corso delle indagini, gli uomini della Squadra Mobile hanno perquisito l’abitazione dell’indagato e hanno sequestrato oltre 28 mila euro in contanti, nascosti dentro al cassonetto di un avvolgibile, diversi oggetti in oro e numerose custodie per gioielli vuote. Sono stati sottoposti a sequestro preventivo anche una moto e un’auto acquistati dall’uomo subito dopo il “colpo” da 70 mila euro.

Le indagini della Sezione reati contro il patrimonio sono iniziate proprio dopo questo ingente furto e hanno riguardato altri sette fatti simili, consumati in città fra il 2017 e il 2022. Gli investigatori hanno ricostruito i vari episodi riprendendo in mano e studiando decine di fascicoli, alla ricerca dei casi che presentavano le stesse particolarità.

Il sospettato è stato identificato grazie a numerose telecamere presenti vicino alle abitazioni nelle quali sono stati consumati i furti. Gli uomini della Mobile hanno passato al setaccio decine di filmati, sino a quando hanno individuato un ciclomotore che era presente sempre prima e dopo i furti. Da questo particolare sono risaliti al 58enne finito sotto indagine. La Polizia Scientifica è risalita alla fisionomia dell’uomo grazie all’analisi delle immagini acquisite e alla misurazione dei suoi tratti somatici attraverso i vari fotogrammi.

Durante gli otto furti oggetto di indagine sono stati sottratti complessivamente oltre 73 mila euro e gioielli per un valore di circa 10 mila euro.

La Polizia di Cagliari fa un appello affinché chi ha subito furti in circostanze analoghe lo denunci. La denuncia è utile anche per individuare i proprietari dei gioielli e delle numerose custodie vuote trovate a casa del 58enne.


In questo articolo: