Cagliari: aggressione militanti CasaPound, la smentita: “Sono stati loro”

Gira un’altra versione sui fatti accaduti ieri a Cagliari dopo la denuncia di Casapound di un’aggressione nei confronti di alcuni militanti da parte di un gruppo antifascista. La smentita: “Loro hanno aggredito gli studenti, uno di loro è all’ospedale”

Dopo al denuncia di ieri di Casapound su una presunta aggressione al Parco della Musica, ai danni di un gruppo di studenti del Blocco Studentesco della sezione di Cagliari, da parte di militanti antifascisti, arriva un’altra versione. Completamente contrapposta.

E’ quella fornita da alcuni testimoni e condivisa sulla pagina facebook del Coordinamento Antifascita Cagliaritano:  “Ieri, venerdì 15 febbraio, eravamo in assemblea al parco della musica con le scuole per organizzare la mobilitazione del sabato in sostegno dei pastori sardi in lotta. All’assemblea si sono presentati ancora una volta 7 militanti di Blocco Studentesco di cui una ragazza delle superiori e sei universitari/e. Alla richiesta disattesa di andarsene, l’assemblea, composta da una ventina di studenti, per evitare problemi, si è spostata da un’altra parte della piazza lasciando i militanti del blocco a distanza. 

Nel frattempo i 7 militanti del blocco si sono posti al di fuori del parco e sono stati raggiunti da altri militanti, compresi il signore che spiava l’assemblea. Poco dopo alcuni ragazzi che stavano arrivando si sono incontrati e scontrati con il gruppo di CasaPound, che nel frattempo era aumentato intorno alle 15 unità. Quando siamo usciti dal parco a soccorrere chi veniva all’assemblea, ci siamo ritrovati con uno dei ragazzi che avrebbe dovuto partecipare all’assemblea steso sull’asfalto. Lo abbiamo soccorso fino all’arrivo della Polizia.  Nessuno dei militanti del partito neofascista è stato fermato o interrogato, uno degli studenti invece è stato fermato per poi essere rilasciato, un altro è ricoverato in ospedale e sarà operato per la frattura dell’orbita oculare.”

Un altra versione conferma questi fatti “Oggi (ieri,ndr)  un’assemblea pubblica degli studenti di Cagliari (principalmente studenti medi) è stata interrotta da una aggressione avvenuta per mano di fascisti adulti, alcuni di mezza età, militanti della sezione cittadina di CasaPound. Questi tizi (oltre la decina) sono stati chiamati in soccorso dopo che alcuni militanti del blocco studentesco erano stati allontanati pacificamente dall’assemblea, e non hanno esitato ad aggredire fisicamente gli studenti, spaccando il naso ad uno dei presenti, prima di essere interrotti dall’intervento della polizia.”