Brotzu, strani compensi a Ferragosto sulle posizioni organizzative

Parte l’esposto-diffida del sindacato nell’ospedale cagliaritano: nel mirino i compensi e le scelte sulle posizioni organizzative. “Revocate quelle nomine”

Succede qualcosa di strano, al Brotzu, sotto Ferragosto. Succede che dai sindacati parte a sorpresa una diffida sull’utilizzo delle risorse economiche per la remunerazione delle posizioni organizzative, Strani dubbi sui compensi, quelli avanzati dal sindacalista rsu Gianfranco Angioni che fa partire un dettagliato esposto: ” Si evidenzia, che diverse Posizioni Organizzative sembrerebbero in palese violazione da quanto stabilito dal recente regolamento e dalle norme vigenti sull’incompatibilità e sulla inconferibilità, pertanto le stesse devono essere valutate e se necessario prontamente revocate. Spiace constatare che a tutt’oggi non è pervenuta dalla direzione nessuna informativa sul monitoraggio dei Coordinamenti, al fine di verificarne il reale fabbisogno, i necessari requisiti e verificarne le reali funzioni. Nonostante le ripetute rimostranze, circa gli 80 Coordinamenti conferiti, si continua prepotentemente a permettere di nominare facenti funzioni di Coordinatore con probabili illeciti penali e amministrativi. Sarebbe auspicabile l’applicazione del nuovo regolamento, peraltro ampiamente discusso, ma a tutt’oggi stranamente disapplicato. E’ necessario attivare con la massima urgenza le selezioni per il conferimento dei Coordinamenti con le norme vigenti, anche al fine di poter permettere alle lavoratrici e ai lavoratori che hanno investito tempo e risorse economiche di mettere in campo le professionalità acquisite”.

Da qui la diffida che scotta ancora più del sole di metà agosto: “Alla luce di queste considerazioni lo scrivente, si ritiene di dover DIFFIDARE Il Legale Rappresentante dell’ A.O Brotzu, all’utilizzo delle risorse per la remunerazione delle Posizioni Organizzative e dei Coordinamenti, senza prima aver definito un accordo che ne individui il reale fabbisogno, la loro regolamentazione e le risorse da mettere a disposizione per la loro remunerazione. Nell’ accordo si dovranno individuare con priorità le somme da destinare per le Fasce Economiche. Si chiede urgentemente una risposta scritta, al fine di venire a conoscenza delle intenzioni che la S.V intende adottare per risolvere questa delicata e sentita problematica. Con la riserva di presentare dettagliata informativa alle autorità competenti se non si dovessero avere risposte in tempi brevi”.


In questo articolo: