Benvenuto, Uomo Ragno: Walter Zenga nuovo allenatore del Cagliari, per parare la crisi rossoblù

Alla fine Giulini (manca solo l’ufficialità) ha scelto lui, un grande interista, uno dei portieri più forti della storia del calcio. Un personaggio effervescente, grande commentatore calcistico, che come allenatore sogna ancora il vero trampolino di lancio: Zenga non è un semplice mister, è uno show man della comunicazione


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Benvenuto, Uomo Ragno: Walter Zenga nuovo allenatore del Cagliari, per parare la crisi rossoblù. Alla fine Giulini (manca solo l’ufficialità) ha scelto lui, un grande interista, uno dei portieri più forti della storia del calcio. Un personaggio effervescente, grande commentatore calcistico, che come allenatore sogna ancora il vero trampolino di lancio: Zenga non è un semplice mister, è uno show man della comunicazione. Rifiutò il Cagliari sei anni fa, nel 2014, quando fu chiamato al posto di Zeman e poi alla fine Giulini dovette virare su Zola proprio alla vigilia di Natale. Ma quest’anno, in diverse interviste a Pressing dove era ospite fisso, ha più volte elogiato il Cagliari e la società rossoblù, parlando di un grande organico: per questo è chiamato a un riscatto immediato della squadra dopo undici partite inspiegabilmente senza vittorie. Alla fine Giulini ha scelto lui come primo allenatore e Max Canzi della Primavera come vice, di fatto Zenga sarà il primo allenatore e d’altronde nella coppia non poteva essere altrimenti vista la grande esperienza del tecnico che ha già compiuto 60 anni.

Zenga è arte, era talento assoluto tra i pali: celebre la sua litigata in tv col giornalista Rai Varriale, che gli rimproverò l’uscita a vuoto che costò il rigore di Caniggia a Italia 90. Sposato con una bellissima moglie rumena, sei anni fa preferì le spiagge di Dubai a quelle della Sardegna ma ora ha cambiato idea. Cerca il rilancio in Italia dopo alcune esperienze poco esaltanti alla Sampdoria, a Crotone dove retrocesse all’ultima giornata e poi con il Venezia in serie B. Viveva a Canareggio, a due passi dal Canal Grande, chissà che stavolta non scelga il Poetto. Certamente arriva in città un tecnico grintoso e carismatico, uno dei personaggi più noti del calcio italiano, impossibile non pensare al filo interista che lo lega col passato del presidente Giulini che lo ha sempre apprezzato, e assumendolo corona un piccolo sogno. Secondo indiscrezioni firmerà soltanto sino a giugno, quasi un test per valutare il suo impatto col mondo rossoblù nell’anno del centenario.  Si dice che per l’0anno prossimo il Cagliari stia più che flirtando con Liverani, attuale tecnico del Lecce reduce dal 2-7 con l’Atalanta. Ma l’estate è ancora lontana, per ora a cercare di ricompattare uno spogliatoio in difficoltà arriva Walter Zenga, l’Uomo ragno. Basterà la sua tela? (foto The Sun)

[email protected]


In questo articolo: