Bentornato, Sant’Efisio: Pula in festa per due giorni

La cronaca della tappa pulese di Sant’Efisio

Da ieri Pula in festa per Sant’Efisio. Accoglie il Santo Guerriero per la 359esima volta. Un paese vestito a festa, nel cuore e nelle vesti, ovunque ci si giri è palpabile la devozione e la fede per S.Efisio,la processione ricca di colori di goccius e di preghiere accompagnano il Santo per le vie del paese addobbato. Sui muri fiori nastri e piante , la strada ricoperta di un manto di fiori e profumi selvatici, e nell’aria l’antica atmosfera di fede si completa in parrocchia con la S.Messa. a tarda serata la processione verso Nora, verso quel luogo dove è avvenuto il suo Martirio. E dove è stata costruita una chiesetta nel 1.100 intitolata a lui. Un percorso ricco di emozione, quando davanti alla Marina Militare viene accolto con l’inno Nazionale ,e dopo la lettura della preghiera del marinaio una tromba suona il silenzio e viene ordinato l’ammaina bandiera davanti alle istituzioni politiche e religiose dei paesi coinvolti in questo grande voto. Ppoche centinaia di metri e si arriva ormai buio e con la luna che fa da faro alla chiesetta dove è stata celebrata la S.Messa. Bentonato Efis. (foto Renato Scano)


In questo articolo: