“Ben 733 euro per un gazebo: così a Quartu uccidono i commercianti”

La dura protesta dei titolari di una pizzeria di Quartu: un canone record per un gazebo

Ben 733 euro di concessione per un gazebo: questa è la somma che deve pagare una pizzeria quartese, oltre alle normali tasse. Una cifra davveroalta, che provoca la rumorosa protesta dei titolari dellocale di via Fiume, la PizzeriaBugsLola di daniele Cordeddu. Con un post al veleno nei confronti del Comune: “Questa è la somma che Abaco s.p.a. agenzia di Padova , a cui il comune di quartu sant’elena ha dato incarico di finire di uccidere noi commercianti . Mi vengono chiesti 733 di concessione , nonostante noi avessimo già pagato il suolo pubblico a luglio 2014 nonostante il gazebo è stato messo a fine settembre con tanto di inizio e fine lavori … , una imposta che doveva costare circa 700 all’anno come dicevano i documenti del comune , adesso ci costa circa il doppio tra suolo pubblico e concessione. … io pagherò come sempre ma vorrei che tutti voi condivideste questo regalo che il Comune di Quartu ci ha fatto . Naturalmente entro il 31 dicembre 2015 toglieremo il gazebo esterno . Perché non si possono regalare i soldi così, il Comune preferisce uccidere con queste agenzie esterne noi commercianti, quindi tranquilli che vi tenete la città come è . Grazie al Comune che prima promette poi pugnala! V E R G O G N A T E V I !!!!!!!!!!!!!!”. 


In questo articolo: