Basket, nuovo arrivo in casa Virtus Cagliari: Federica Brunetti

Ad una settimana dalla festa promozione per il ritorno nel campionato di serie A2 femminile, la Virtus Surgical Cagliari piazza il suo primo colpo di mercato prendendo  dal San Salvatore Selargius l’ala/pivot Federica Brunetti

Ad una settimana dalla festa promozione per il ritorno nel campionato di serie A2 femminile, la Virtus Surgical Cagliari piazza il suo primo colpo di mercato prendendo  dal San Salvatore Selargius l’ala/pivot Federica Brunetti.

Nata il 6 ottobre 1988, cagliaritana con 184 centimetri di altezza Federica nasce cestisticamente tra le fila del Cus Cagliari scalando tutte le tappe nei campionati giovanili fino ad arrivare in prima squadra. Nella sua prima stagione in A2 con la maglia universitaria (campionato 2005/2006) realizza 199 punti in 29 partite (una media di 6,9 punti), anche se il maggior bottino personale Brunetti lo “firma” nella stagione 2007-2008 sempre con il Cus Cagliari. In quel campionato, giocando 30 gare, realizza 446 punti (una media di quasi 15 punti a gara). Nella stagione 2011-2012 gioca, sempre con il Cus nel massimo torneo, rimanendoci fino al 2014 quando accetta la proposta della Magika Castel San Pietro in serie A2.  Nella stagione 2016/17 le si riaprono le porte della serie A1, e indossa, prima la maglia di Ragusa e successivamente quella di Lucca. Lo scorso anno il rientro in Sardegna tra le fila del San Salvatore Selargius. Con il club giallo-nero Federica Brunetti ha disputato 30 gara realizzando 391 punti (media di 13 punti a partita) e conquistando 291 rimbalzi.

“Certamente abbiamo iniziato il mercato con il piede giusto” afferma il presidente della Virtus Surgical Cagliari Paolo Pellegrini. “Siamo davvero felici di aver trovato l’accordo con Federica Brunetti, una seria professionista, una ragazza cagliaritana, che ha immediatamente sposato la causa della Virtus. E’ il primo innesto, ma ne arriveranno degli altri per riuscire a rinforzare la rosa e renderla competitiva in vista del prossimo campionato di serie A2 femminile. Ci stiamo guardando attorno e al momento quello che ci preme è riuscire a trovare un buon playmaker, poi punteremo ad altri ruoli”.