Assalto alla Cgil, il centrosinistra a Cagliari: “Sciogliamo Forza Nuova e movimenti neofascisti”

“Il 9 ottobre a Roma un attacco alla democrazia”. Il centrosinistra in consiglio comunale ha presentato una mozione  per lo scioglimento della nota organizzazione di estrema destra e “di tutti i movimenti politici di chiara ispirazione neofascista”

“Il Governo sciolga Forza Nuova”. Il centrosinistra in consiglio comunale ha presentato una mozione, che dovrà passare al vaglio del consiglio comunale, per lo scioglimento della nota organizzazione di estrema destra. Nel documento vengono citati i disordini di sabato scorso quando “in occasione di una manifestazione contro l’obbligo del green pass per i lavoratori (che entrerà in vigore il 15 ottobre), nel centro di Roma, per l’intero pomeriggio e fino a tarda sera, si sono susseguiti duri scontri con la polizia, episodi di violenza e vandalismo culminati con il grave danneggiamento della sede della CGIL, dove alcuni manifestanti hanno fatto irruzione al piano terra devastando diverse stanze, e la successiva aggressione perpetrata durante la notte al Policlinico Umberto I, ai danni dei medici e infermieri intenti nel proprio lavoro. Particolarmente allarmante è stata la notizia trapelata dell’intenzione dei manifestanti di raggiungere nella giornata di sabato la sede di Palazzo Chigi e Palazzo Montecitorio, scongiurata solo grazie all’intervento delle Forze di polizia, che hanno riportato quasi una quarantina di agenti feriti”.
Si parla di “forte matrice fascista alla base delle gravi azioni violente poste in essere ai danni di un corpo intermedio, rappresentante dei diritti dei lavoratori quale quello della CGIL, azioni contraddistinte da un’inquietante carica eversiva e tali da configurare un vero e proprio attacco, con metodi violenti, alla nostra democrazia”. Il documento (primo firmatario il capogruppo Pd Fabrizio Marcello) chiede a sindaco e giunta di “attivarsi presso le sedi istituzionali competenti ed in particolare con il Governo, affinché vengano poste in essere tutte le iniziative finalizzate all’attuazione del dettato costituzionale in materia di divieto di riorganizzazione del disciolto partito fascista e alla conseguente normativa vigente adottando i provvedimenti di sua competenza per procedere allo scioglimento di Forza Nuova e di tutti i movimenti politici di chiara ispirazione neofascista artefici di condotte punibili ai sensi delle leggi attuative della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione repubblicana”.


In questo articolo: