Arietta, la giovane lucciola di 24 anni uccisa da un killer seriale sardo: il suo corpo resta in obitorio

In carcere per la morte della ragazza, lo ricordiamo, c’è l’omicida seriale Pasquale Concas, sardo di 50 anni attualmente indagato anche per un terzo omicidio

Giovane lucciola di 24 anni uccisa da un killer seriale sardo, il suo corpo resta in obitorio. La vicenda riportata nei dettagli dal Resto del Carlino: “Il corpo martoriato giace da un anno e mezzo in obitorio. La sua famiglia, una famiglia indigente di un villaggio rurale dell’Ungheria, contattata dal Consolato non ha potuto fare altro che dichiarare di non avere risorse economiche per far rientrare la salma in patria. Per questo si è mossa una catena di solidarietà per far sì che Arietta Mata, la giovane lucciola ungherese di 24 anni prima sfruttata sulla via Emilia (i protettori sono finiti in carcere recentemente) e poi uccisa da un cliente a gennaio del 2018 possa avere degna sepoltura. Il Comune di Castelfranco, guidato dal neo sindaco Gargano provvederà infatti al funerale. Il presidio di Castelfranco Emilia di Libera, sostenuto anche dall’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ha dato il via nei giorni scorsi ad una raccolta fondi per le spese del funerale di cui non è ancora stata fissata la data. In carcere per la morte della ragazza, lo ricordiamo, c’è l’omicida seriale Pasquale Concas, sardo di 50 anni attualmente indagato anche per un terzo omicidio”.


In questo articolo: