Ancora violenze in famiglia, una spirale senza fine: in carcere a Uta 48enne ad Assemini

Disoccupato e con varie denunce a carico, è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale su ordine del giudice

Stamattina ad Assemini i carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio gip del Tribunale di Cagliari e trasmesso agli uomini dell’Arma dalla locale Procura della Repubblica nei confronti di un 48enne del luogo, disoccupato con precedenti denunce a carico. Il destinatario del provvedimento deve scontare una pena di un anno e 8 mesi di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Si è giunti così al termine di una triste vicenda di violenze fisiche e morali documentate dai militari che hanno redatto un’accurata informativa trasmessa poi alla Procura della Repubblica che ha esercitato l’azione penale sino a giungere al risultato odierno. Al termine delle procedure di rito, l’uomo è stato portato in carcere a Uta.


In questo articolo: