Acquista un amplificatore sul web ma l’oggetto non arriva e il venditore sparisce: pensionato truffato a Giba

I carabinieri sono riusciti a risalire all’autore di una delle tante truffe online che, in tempi di pandemia e di restrizioni alla possibilità di circolare per i cittadini, stanno tempestando coloro che si avventurano in acquisti azzardati su piattaforme web.

Ieri a Giba, i carabinieri della locale Stazione sono riusciti a risalire all’autore di una delle tante truffe online che, in tempi di pandemia e di restrizioni alla possibilità di circolare per i cittadini, stanno tempestando coloro che si avventurano in acquisti azzardati su piattaforme web. L’uomo aveva posto in vendita su “subito.it” un amplificatore stereo, modello “Quad303”, al formidabile prezzo di 125 euro. Un pensionato 70enne, originario di Isili, residente a Cagliari, ma di fatto domiciliato a Sant’Anna Arresi, aveva abboccato alla richiesta, effettuato un bonifico sulla carta Postepay indicata dal venditore, senza poter mai ricevere l’oggetto. Non solo, una volta accreditato il denaro sulla carta, questa è stata immediatamente svuotata dal denunciato che è sparito anche dal sito web, naturalmente senza aver spedito quanto contrattato. I carabinieri sono riusciti a risalire all’autore dell’inserzione con la collaborazione dell’amministrazione delle Poste e da una serie di verifiche sul reale utilizzatore dell’utenza telefonica utilizzata per i contatti con il truffato. L’uomo identificato e denunciato dai carabinieri è un 34enne di Taranto non nuovo a simili imprese.


In questo articolo: