Abbanoa, Tedde: “Nuovo procedimento aggressivo per i sardi”

Il consigliere regionale di FI Marco Tedde commenta la notizia data da Abbanoa di una sua vittoria in un procedimento avviato nei suoi confronti dall’Antitrust per pratiche scorrette e aggressive contro consumatori e piccole imprese sarde poste in essere nel periodo novembre 2017 – novembre 2018.

“La direzione di Abbanoa non smetterà di stupirci. Riesce a contrabbandare come chiuso a suo favore un procedimento istruttorio aperto dall’Antitrust e ancora in corso.” Così il consigliere regionale di FI Marco Tedde commenta la notizia data da Abbanoa di una sua vittoria in un procedimento avviato nei suoi confronti dall’Antitrust per pratiche scorrette e aggressive contro consumatori e piccole imprese sarde poste in essere nel periodo novembre 2017 – novembre 2018. “Abbanoa bara sapendo di barare –precisa Tedde-. L’Antitrust ha solo archiviato un procedimento incidentale cautelare, ma prosegue quello principale avviato il 12 dicembre 2018 per pratiche aggressive nei confronti dei sardi che vedrà la conclusione della fase istruttoria il 2 aprile 2019, per poi essere rimesso al Collegio per l’adozione del provvedimento sanzionatorio finale.” Tedde sottolinea che le violazioni contestate sono sempre lo stesse: mancato accoglimento di istanze di riconoscimento prescrizione e minacce di slaccio; mancata rettifica di fatture a seguito di perdite occulte; rifiuto di allacci individuali in presenza di utenze condominiali per ottenere il pagamento di morosità di altri condomini. “Anche se -precisa il consigliere regionale-, limitatamente alle eccezione di prescrizione non accolte, Abbanoa sostiene di avere adottato a febbraio di quest’anno una nuova procedura in tema di prescrizione. Cosa che conferma che in questi anni Abbanoa ha preso solenni cantonate e ha maltrattato i sardi -chiude Tedde.”



In questo articolo: