A Sarroch mascherine obbligatorie alla processione di Santa Vittoria: “Una festa più ristretta”

Festeggiamenti più “ristretti” per la santa patrona del paese, sì alla processione ma fedeli tutti distanziati e con naso e bocca coperti: “Il concerto in piazza del Mercato limitato a duecento persone”

L’emergenza Coronavirus continua a limitare le tante feste e sagre paesane anche in Sardegna. A Sarroch, i festeggiamenti in onore della santa patrona Vittoria, infatti, avverranno in forma “diversa e più ristretta”, come annuncia su Facebook il sindaco Tore Mattana: “Questa sera alle ore 19.00 si terrà la Santa messa in onore di Santa Vittoria alla quale farà seguito la solenne processione per le strade del nostro comune, con i gruppi in costume ed il seguito dei fedeli, nel rispetto de distanziamento e con l’uso della mascherina. Devo rivolgere un sentito ringraziamento alla Parrocchia e a Don Stefano ed al Comitato dei Festeggiamenti di Santa Vittoria per lo sforzo che hanno compiuto per consentire, comunque, di rendere onore alla nostra Santa Patrona, nonostante il periodo che attraversiamo”, spiega il sindaco.

“Ho già visto molte strade del nostro Comune addobbate a festa come ogni anno in attesa che si svolga il passaggio della processione con la nostra Santa Vittoria e mi ha colpito, come sempre, l’amore e la devozione dei nostri concittadini.  A fine serata, alle ore 21.30, nella Piazza del Mercato ci sarà infine un evento, un incontro musicale, organizzato dal Centro Commerciale Naturale in collaborazione con diverse Associazioni del nostro Comune, con posti a sedere limitati per 200 persone, con l’obbligo di distanziamento e uso della mascherina. Apprezzo questo sforzo e li ringrazio perché la nostra Comunità è viva ed unita. Voglio fare a voi tutti ed alle vostre famiglie gli auguri più sentiti e affettuosi per una serena festa invocando la protezione di Santa Vittoria che ci assisterà anche in questo periodo difficile ed incerto che, uniti ed insieme, sapremo superare”.


In questo articolo: