“A Cagliari Natale difficile, i contagi sono in calo: albero e luci perchè serve spensieratezza”

Il sindaco Paolo Truzzu: “Luci di Natale segnale di speranza in un momento difficile. Non sarà possibile fare pranzi con 40 o 50 persone. Serve ancora responsabilità, la crescita del Covid non è più esponenziale”

Il Natale 2020 a Cagliari? “Sarà complicato e difficile”, come in tutto il resto del mondo. Il Coronavirus “affossa” anche il periodo più magico dell’anno, e il Comune prova a fare tutto ciò che è possibile per tirare su il morale ai cittadini. Maxi albero in piazza Garibaldi acceso, idem le luminarie nelle varie strade della città: “Questo vuole essere un segnale di speranza in un momento così difficile”, spiega il sindaco Paolo Truzzu, “servono un po’ di emozioni e spensieratezza per riportarci alla normalità delle feste e aiutarci a riflettere sul vero significato del Natale”. Truzzu ricorda che “non sarà possibile prevedere pranzi con 40 o 50 persone, sicuramente qualcosa sarà complicato, l’invito a tutti è di essere molto responsabili. I dati del Covid stanno calando, non c’è più la crescita esponenziale che c’era sino a un mese fa”.

 

“Se tutti saremo più responsabili e continueremo a mantenere il giusto livello di attenzione, dopo le feste la situazione sarà più semplice”.