Zingaretti ha carta bianca per negoziare con M5s. Calenda lascia il Pd

La riunione dei capigruppo non ha sciolto i nodi per il Conte-bis. Il capo politico M5s: “Pensate a soluzioni, non a colpire me”. Il nodo è sempre quello del vicepremier: i dem ne vogliono uno solo che sia loro espressione. Calenda lascia il Pd: “Con M5s abbiamo valori opposti”

Un mandato pieno dal partito a tentare la strada della costruzione del nuovo governo con M5s. La conclusione della relazione del segretario Nicola Zingaretti, alle undici e venti, viene accolta da un applauso liberatorio e da una standing ovation da parte della direzione. Unico astenuto Matteo Richetti. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT


In questo articolo: