Zedda:”Cellino non ci ha mai presentato il progetto del nuovo stadio”

Il Comune replica duramente alle ultime accuse del Cagliari: i lavori di competenza del Comune nello stadio attuale sono conclusi, ora spetta al Cagliari fare la sua parte. Ma spunta un curioso retroscena: “Il Cagliari non ci ha mai proposto alcun progetto per il nuovo sant’Elia, che non potrà certo rimanere in Tubi Innocenti” 

Stadio Sant’Elia, riparte il braccio di ferro. Con il Comune che adesso replicaduramente  al cagliari: i lavori sono conclusi. Una nota diffusa stasera, nella quale ilsindaco Zedda risponde colpo su colpo alle ultime accuse di Cellino: “Come risulta dalla nota pervenuta nei giorni scorsi all’Amministrazione comunale, rilanciata anche da notizie di stampa, la società Cagliari Calcio richiede la collaborazione del Comune “per aprire l’intero Sant’Elia il più presto possibile”. E’ importante ricordare che il Comune di Cagliari ha già presentato il progetto per la capienza dello stadio a 16000 posti: progetto che è già stato approvato dal Coni regionale nel mese di ottobre ed è all’esame della Commissione provinciale di vigilanza presieduta dal Prefetto”.  

Il rallentamento nelle procedure – e la conseguente necessità di ripresentare un progetto stralcio per 12mila posti – si è verificato per venire incontro all’esigenza della società di superare i problemi dati dal contenzioso che la società stessa aveva e ha tuttora con l’azienda che avrebbe dovuto effettuare i lavori per conto del Cagliari Calcio.

 

Venuta meno questa esigenza, così come comunicato dal Cagliari Calcio, il Comune è pronto a riavviare immediatamente l’esame del progetto per 16mila posti. L’approvazione definitiva compete alla Commissione provinciale di vigilanza per il pubblico spettacolo che, soppressa con la Finanziaria nazionale dell’anno scorso, è stata reintrodotta dalla Legge di Stabilità. 

I lavori di competenza del Comune, così come previsti nella convenzione, sono conclusi. Come comunicato alla società di viale La Playa, invece, il Cagliari Calcio è sempre stato ed è già da subito nelle condizioni di riprendere i lavori per i 16mila posti nel rispetto delle integrazioni progettuali richieste dal tavolo tecnico riunito in Prefettura e comunicate alla stessa società il 24 dicembre. Il Comune di Cagliari resta in attesa della presentazione da parte della società del progetto per il nuovo Sant’Elia, che potrà avere le caratteristiche indicate anche dal Consiglio comunale. Non dovrà essere di sicuro un impianto temporaneo in Tubi Innocenti che, come il Cagliari Calcio sa, ha un’autorizzazione paesaggistica della Regione Sardegna valida sino al settembre 2015: data oltre la quale le attuali strutture dovranno essere smontate”.