“Zedda, tu che vuoi fare l’imperatore: vuoi girare a Cagliari i soldi della nostra metropolitana?”

Durissimo attacco del sindaco di Monserrato Tomaso Locci: “Zedda vuole rilanciare il centrosinistra ridotto in cenere parlando di speculazione sulla metropolitana: ci opporremo al dirottamento dei fondi, sono contrario a quella che sembrerebbe la volontà di utilizzare i finanziamenti destinati alla città metropolitana per la realizzazione del tratto Piazza Matteotti – Poetto. Penalizzando l’intera area vasta”

Il Sindaco di Monserrato va all’attacco sul tracciato della Metropolitana leggera: totale apertura alle esigenze dei Comuni di Sestu e Quartucciu nel modificare il tracciato e netta chiusura ad appoggiare la campagna elettorale del sindaco Zedda e dell’intero centrosinistra. “Se il Sindaco Zedda intende, nella sua veste di Sindaco della città metropolitana, utilizzare i fondi destinati a quest’ultima per realizzare opere e strutture che invece sono di esclusivo interesse e competenza della città di Cagliari, troverà una corretta opposizione finalizzata a far si che i fondi della Città Metropolitana siano invece correttamente utilizzati con ricadute su tutti i cittadini di questa, senza che i fondi possano essere messi a rischio attraverso un inaccettabile diluizione dei tempi di realizzazione.

Senza travalicare le nostre competenze di semplici rappresentanti dei cittadini e lasciando agli organi competenti la verifica di quanto da Massimo affermato, confermo anche in questa sede la mia piena e incondizionata apertura alla valutazione delle modifiche richieste dal Comune di Sestu e di Quartucciu, modifiche finalizzate a rendere più funzionale il collegamento delle città della zona vasta. Entrando nel campo delle ipotesi, sono invece contrario a quella che sembrerebbe la volontà di utilizzare i finanziamenti destinati alla città metropolitana per la realizzazione del tratto Piazza Matteotti – Poetto. Noi tutti aiuteremo il Sindaco Zedda per la realizzazione di questo importante collegamento, che seppur esclusivamente interno alla città di Cagliari, riveste un obiettivo per l’intera zona vasta che risale a tempi lontani e che il Sindaco Zedda ha il dovere oggi di realizzare: ma non coi fondi della Città Metropolitana prima che questi vengano utilizzati per il soddisfacimento degli interessi dell’intera area vasta, il tratto Sestu – Aeroporto prima di tutti.”
Inoltre, per concludere, non mi stupisce che il Sindaco Zedda abbia esternato la ormai nota posizione accusatoria riguardo le paventate speculazioni edilizie in riferimento alla realizzazione della metropolitana di superficie, in un contesto, quello di una riunione di Campo progressista ospitata al Teatro Massimo, in cui l’oggetto dichiarato era il rilancio di una coalizione di centrosinistra ormai ridotta in cenere dopo l’esito elettorale del 4 Marzo.
Mi auguro che a questa tesi complottista il sindaco Zedda faccia seguire i dovuti esposti agli organi competenti, affinchè tutti possano vederci chiaro; nel mentre qualcuno gli faccia presente che al chiamarsi Massimo non consegue l’acquisizione del titolo di Imperatore”.


In questo articolo: