“Zedda stecca ancora sul Lirico: sindaco, adesso esca di scena”

Il centrodestra all’attacco del primo cittadino di Cagliari dopo il siluramento della Spocci

“La rimozione di Spocci dal Lirico è una nuova stecca presa dal Sindaco Zedda. È il caso che esca di scena prima che si confermi la regola che non c’è due senza tre!”.

Lo chiede Paolo Truzzu, Consigliere regionale di Fratelli d’Italia-An, dopo che il Consiglio d’indirizzo del Teatro Lirico di Cagliari ha chiesto la rimozione di Angela Spocci dalla carica di sovrintendente, nomina voluta nelle settimane scorse dal Primo cittadino di Cagliari. Dopo il caso Crivellenti, che ha portato all’impasse il Lirico per mesi, questa revoca segna l’incapacità di Zedda di gestire il teatro che, prima del suo arrivo, era un gioiello della città”, accusa l’esponente di FdI.

Esca di scena definitivamente il sindaco di Cagliari, sia una figura altra e di prestigio a designare il nuovo sovrintendente”, è l’appello di Truzzu. “Non sia mai che si verifichi la regola del ‘non c’è due senza tre’ e, dopo la Crivellenti e la Spocci, Zedda si inventi una nuova improbabile nomina”.

La commedia che da mesi va in scena intorno al Teatro Lirico di Cagliari rischia di trasformarsi in dramma, infatti. “Non è più tollerabile che si utilizzi il Teatro come palco per le proprie ripicche personali”, aggiunge. “Farne un teatro di scontro non serve a nessuno, alla città e alle oltre 400 famiglie che vivono grazie al Lirico”.

Il rischio concreto è quello del commissariamento cui va incontro l’Ente. “Siamo sicuri si voglia arrivare sino a tanto? Non è forse il caso di fermarsi e pensare al bene del Teatro, di chi ci lavora e della città che si amministra?”, si chiede, infine, Truzzu.

 


In questo articolo: