Volano i mutui, i sardi rinunciano alla casa dei sogni: importi in calo e surroghe raddoppiate

Dopo la spesa al supermercato e le medicine, si stringe la cinghia anche per le nuove abitazioni


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

I sardi rinunciano sempre più spesso a comprare la casa dei sogni, adattandosi a soluzioni più economiche e dunque chiedendo un importo del mutuo più basso rispetto al passato. Secondo l’analisi di Facile.it e Mutui.it, nel secondo semestre del 2022 l’importo medio richiesto per un mutuo prima casa in Sardegna è sceso a 126.025 euro, un valore in calo dell’1,2% rispetto allo stesso periodo del 2021. Una diminuzione che può essere spiegata col costante aumento dei tassi di interesse che ha spinto gli aspiranti mutuatari ad orientarsi su cifre più contenute. L’importo medio più alto è stato richiesto nell’area di Cagliari (134.236 euro), seguita da Sassari (123.083 euro) e Nuoro (121.514 euro). A fine classifica, la provincia Sud Sardegna (107.852 euro) e, staccata di un soffio, Oristano (107.412 euro).

L’aumento dei tassi ha poi fatto volare surroghe, le quali, secondo l’analisi, nei primi due mesi del 2023 hanno rappresentato l’11% del totale domande di finanziamento raccolte in Sardegna, valore più che raddoppiato (+104%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Infine, sono in calo le compravendite degli immobili residenziali: cresciute del 13% nel primo semestre del 2022 rispetto all’anno precedente, sono poi crollate nel secondo semestre facendo registrare una crescita di appena il 4%.

 


In questo articolo: