Villasimius, 40 chili di conchiglie rubate dai turisti ritornano “a casa” nell’oasi di Campulongu

Quattro scatoloni pieni di conchiglie sequestrate al controllo bagagli dell’aeroporto di Elmas tra settembre e novembre. Le guardie ambientali le riportano in mare e ne approfittano per ripulire la spiaggia da plastica e rifiuti

Quaranta chili di conchiglie “salvate” all’ultimo dagli addetti ai controlli del settore bagagli dell’aeroporto di Elmas sono ritornate nella loro “casa” della spiaggia di Campulongu a Villasimius. A riportarle le Guardie ambientali della Sardegna: ogni singola conchiglia era stata rubata dai turisti tra settembre e novembre 2019. I vacanzieri ladri hanno riempito le loro valigie e zaini ma, fortunatamente, non sono riusciti a lasciare l’Isola con il “prezioso” bottino. Le guardie, dopo aver svuotato 4 scatoloni da dieci chili l’uno, ne hanno approfittato per riempirli di plastica e altri rifiuti arrivati sin sull’arenike con le ultime e violente mareggiate.


In questo articolo: