Villamassargia, scritte e insulti contro green pass e Governo sul muro del cimitero: “Questo non è rispetto”

Il muro del camposanto imbrattato con scritte, anche pesanti, contro la certificazione verde, il Governo e i vaccini. La sindaca Porrà: “Una mancanza di rispetto, qui ci sono i nostri cari. Questo è un gesto che ricade, anche in termini materiali, su tutta la collettività”

Scritte contro il green pass, paragonato al “nazismo”, e anche contro il Governo. Tutto scritto a caratteri cubitali sul muro del cimitero di Villamassargia, probabilmente nella notte. Attacchi alla certificazione verde e anche al vaccino contro il Covid, scritti proprio vicino all’ingresso del camposanto. E arriva la dura condanna della sindaca Debora Porrà, che ha pubblicato sul suo profilo personale e in quello del suo gruppo politico la foto, oscurata perché “non intendiamo pubblicizzarne i riferimenti”.

 

 

 

“Si può avere rispetto di tutti e di ogni pensiero, ma occorre anche rispettare i luoghi per ciò che rappresentano”, scrive la prima cittadina di Villamassargia. “Questo è il nostro cimitero, dove ci sono i nostri cari, dove ci si raccoglie nella preghiera e nel ricordo, è patrimonio di tutti e questo gesto ricade sulla collettività, anche in termini materiali. Dispiace”.