Villacidro, topo d’auto incastrato dal Dna e dalle impronte digitali

Denunciato un 23enne del posto, con precedenti.

Ieri a Villacidro, a conclusione di un’intensa attività di indagine, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato per furto aggravato un 23enne del luogo, disoccupato, con precedenti denunce a carico. I militari, grazie al proficuo e puntuale lavoro svolto dagli operatori tecnici del RIS di Cagliari, mediante comparazione di DNA e di impronte digitali su campioni prelevati sul luogo del delitto, hanno accertato che l’uomo si era reso autore del furto all’interno di un’auto parcheggiata per strada, di proprietà di una quarantenne di San Gavino Monreale. Con tale riscontro sono chiaramente emerse le responsabilità di chi aveva forzato quella autovettura.


In questo articolo: