Villacidro, svolta per gli operai dell’ex Keller: lavoreranno al Comune

Un piccolo sospiro di sollievo per gli operai dopo tanta sofferenza a causa della crisi che ha investito l’azienda per la quale lavoravano. Il tutto grazie a un progetto presentato dalle istituzioni locali e finanziato dalla Regione


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Vallermosa – Operai ex Keller al lavoro in Comune: grazie a un progetto presentato dalle istituzioni locali e finanziato dalla Regione, 4 ex dipendenti della famosa azienda della zona industriale di Villacidro, che ha chiuso i battenti da diversi anni, riprendono a svolgere delle mansioni professionali regolari.

A darne notizia è proprio il Comune: “Da diversi giorni hanno iniziato la loro attività presso il comune di Vallermosa quattro nuovi operai. Sono Ignazio Pisanu, Samuele Mocci, Pierluigi Piras e Graziano Manca, operai ex Keller”. Un piccolo sospiro di sollievo per gli operai dopo tanta sofferenza a causa della crisi che ha investito l’azienda per la quale lavoravano.

Il Capo di gabinetto all’assessorato all’Industria Alberto Urpi aveva spiegato che “si tratta di cantieri occupazionali, attuati dalla Protezione Civile che, in collaborazione con gli Enti pubblici dei territori interessati, predisporrà l’attivazione dei cantieri per l’impiego dei soggetti che risponderanno all’avviso, manifestando all’ASPAL la loro disponibilità”.

Una storia travagliata quella della Keller di Villacidro, che realizzava le carrozze dei treni per le ferrovie dello Stato.

Aperta e messa subito in funzione nei primi anni’80, per il territorio fu una grande opportunità lavorativa: più di 200 gli operai e i funzionari che, ogni giorno, turnavano all’interno dello stabilimento. Gestita da un imprenditore siciliano, per più di 10 anni la “Keller” ha marciato a pieno ritmo per poi perdere l’esclusiva della realizzazione e ristrutturazione dei convogli e colare a picco. Da allora vari tentativi per salvare l’industria si sono susseguiti senza trovare, però, mai un florido rilancio.

Per i lavoratori è iniziata l’odissea che ancora non si è conclusa: tra cassa integrazione e sussidi, chi è riuscito ha impiegato le proprie energie in altre mansioni. Per altri meno fortunati, invece, con la lettera di licenziamento praticamente già in mano si apre questa opportunità lavorativa non indifferente.

“Grazie ad un importante finanziamento della Regione il comune di Vallermosa ha presentato un progetto che è stato ritenuto idoneo.

I migliori auguri di buon lavoro, siamo convinti che ci daranno una grossa mano in tutte le attività quotidiane dell’Ente” ha espresso il Comune.

 


In questo articolo: