Villacidro, trovato con un fucile semiautomatico nell’ovile: ai domiciliari un servo pastore rumeno

Il fucile aveva la matricola abrasa, una torcia applicata e un riduttore all’estremità della canna. Trovate anche 21 cartucce calibro 12. Il 46enne è’ stato arrestato per detenzione di arma clandestina e detenzione abusiva di munizioni e attualmente presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare

Il 26 maggio, a Villacidro, i Carabinieri della locale Compagnia, unitamente a due squadre dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori di Abbasanta e a due unità cinofile, hanno proceduto alla perquisizione di un ovile in località Piscina e Sanguini. All’esito del controllo hanno arrestato un cittadino rumeno di 46 anni, residente a Villacidro, servo pastore, incensurato, nella disponibilità del quale è stato rinvenuto un fucile semiautomatico marca Breda cal. 12, con matricola abrasa, con applicata una torcia ed un riduttore all’estremità della canna   e 21   cartucce calibro 12 per la stessa arma. L’uomo, arrestato per detenzione di arma clandestina e detenzione abusiva di munizioni, su disposizione dell’Autorità giudiziaria è stato condotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata odierna.


In questo articolo: