Villacidro, bimbi in auto coi genitori e nei terreni di campagna: “Corse e giochi all’aria aperta”

La sindaca Marta Cabriolu firma l’ordinanza con la quale permette di portare i propri figli in auto sino a poderi, orti e vigneti: “I nostri bambini stanno vivendo disagi dopo quasi due mesi di reclusione: possono uscire anche loro”

Un’ordinanza, firmata due giorni fa che, forse, potrebbe essere copiata da altri sindaci. La prima cittadina di Villacidro, Marta Cabriolu, dà il via libera alle uscite dei bambini e delle bambine, insieme ai propri genitori, per raggiungere in auto i terreni in campagna. Come spiega la stessa Cabriolu, “è data facoltà ai proprietari, locatari o usufruttuari di poderi, orti, vigneti ed ortofrutticole in genere di effettuare la conduzione hobbistica dei terreni in loro possesso, recandosi all’orto una volta al giorno, con l’intero nucleo familiare (da intendersi padre, madre e figli, non raduni familiari), anche a bordo dello stesso veicolo, e ciò allo scopo di favorire la frequentazione di spazi all’area aperta da parte di bambini e di adulti”. La Cabriolu, naturalmente, ricorda che “rimane vietato organizzare incontri e radunarsi con persone estranee al nucleo familiare”.

E, sempre in un post pubblicato sul suo profilo personale pubblico di Facebook, osserva che “sembra che qualcuno si sia dimenticato del disagio che i nostri figli stanno vivendo, dopo quasi due mesi di reclusione. E’ necessario consentire loro di poter uscire di casa, correre e giocare all’aria aperta, limitando al minimo i rischi”.


In questo articolo: