Viale Marconi, Quartucciu boccia il senso unico caro a Truzzu: “Grossi problemi, serve un’alternativa subito”

Il sindaco di Quartucciu: Il problema grosso, che nessuno ha mai voluto affrontare e che io ho sempre messo all’attenzione della Città Metropolitana, della Regione e di Cagliari, è che, di fatto, bisogna trovare un’alternativa seria e valida al viale Marconi”

Caos viale Marconi, traffico paralizzato e commercianti di via Mercalli in crisi, il senso unico proprio non va e non trova molti consensi. Pietro Pisu, sindaco di Quartucciu, spiega nel forum di Casteddu Online e Radio Casteddu: “Lo dissi già in tempi non sospetti che, per il traffico in uscita da Cagliari, il senso unico avrebbe creato grossi problemi. Bisogna trovare un’alternativa”.
Sono passati 8 mesi da quando l’arteria, una delle più trafficate in tutta la Sardegna, è stata rivoluzionata: da allora è un susseguirsi di lamentele da parte degli automobilisti e non solo: problematiche legate alla viabilità, ai percorsi alternativi che, in alcuni casi, allungano il tragitto e mettono in ginocchio i commercianti, come quelli di via Mercalli, penalizzati da un cordolo che non permette una svolta diretta.
Ma le difficoltà si estendono un po’ ovunque, interessando anche i comuni limitrofi: “Il problema serio del viale Marconi – spiega Pietro Pisu, sindaco di Quartucciu – è che non si sono mai voluti portare avanti dei progetti che mettessero in comunicazione il viale con la SS 554. Quartucciu è un centro di attraversamento e di congiunzione dei comuni di Sinnai, Maracalagonis, Burcei e quelli dell’Ogliastra.
Per arrivare a Cagliari devono passare dalla nostra parte”. Traffico raddoppiato, insomma, file estenuanti soprattutto nelle ore di punta: “Il problema grosso, che nessuno ha mai voluto affrontare e che io ho sempre messo all’attenzione della Città Metropolitana, della Regione e di Cagliari, è che, di fatto, bisogna trovare un’alternativa seria e valida al viale Marconi”.


In questo articolo: