Via Toti, 300 firme contro il rischio incidenti: Pirri ora non ci sta

Insieme alla consigliera comunale Loredana Lai, dopo l’articolo di Cagliari Online i cittadini si mobilitano e alzano la voce con una maxi petizione al Comune: “Qui ogni giorno rischiamo la vita anche solo attraversando la strada”

Finisce sui tavoli del consiglio comunale la questione “via Toti” . Un caso spinoso, che ha mobilitato un nutrito gruppo di cittadini ad una raccolta firme che non è passata inosservata alla consigliera di minoranza Loredana Lai (Forza Cagliari), e che anzi, l’ha vista protagonista in prima linea. Circa 300 le sottoscrizioni degli abitanti del quartiere oramai stanchi di una situazione che pare non interessare ai piani alti del palazzo di Via Roma.

PARLA LOREDANA LAI. “Ho provveduto a presentare un’interrogazione all’Assessore alla viabilità e al traffico Luisa Anna Marras”, confessa la Lai, “verrà discussa durante il prossimo consiglio comunale in programma martedì 20, ma non è tutto, la nostra lotta continua”. Parole di fuoco quelle della consigliera, decisa a portare avanti la battaglia non soltanto all’interno delle mura municipali: “Abbiamo consegnato le firme dei cittadini al prefetto perché possa ascoltare il nostro grido di dolore, chiediamo un intervento repentino per il ripristino del cartello luminoso posizionato all’altezza della Chiesa di San Giuseppe, in entrambi i sensi di marcia”. Eh già, perché come anticipato nel servizio di ieri, a destare maggior preoccupazione sono proprio la presenza della scuola primaria e della chiesa, in prossimità delle quali la segnaletica orizzontale risulta non definita e dunque pericolosa. “Confidiamo nell’intervento del prefetto e del Comune per evitare che avvengano altri incidenti mortali nella via Toti”, ha concluso la Lai.


In questo articolo: