Via Roma pedonale, i dubbi dei negozianti: “Più spaccio e criminalità”

Via Roma pedonale, i dubbi dei commercianti sul progetto del Comune. Confesercenti: “Bene le pedonalizzazioni. Ma occhio ai malviventi, i problemi di sicurezza della Marina, ormai all’ordine del giorno, potrebbero aumentare”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

di Ennio Neri

Via Roma pedonale? Senza controlli adeguati il rischio è che, senza più le auto, la via possa diventare covo di spacciatori e microcriminali. E’ quanto hanno dichiarato alla commissione comunale Mobilità i rappresentanti di Confesercenti ne corso dell’ultima riunione. I negozianti sposano il progetto, ma hanno ancora dei dubbi circa i problemi legati alla sicurezza. E chiedono all’amministrazione maggior coinvolgimento.

Gianluca Mureddu, rappresentante Confesercenti del quartiere Marina ha avvisato l’amministrazione e ha chiesto “attenzione” sulla pedonalizzazione di via Roma. I pericolo sono stati poi messi in evidenza da  Alberto Melis dirigente di Confesercenti cagliaritana  che ha detto sì alla pedonalizzazione, chiedendo però “un giro di vite su ritiro dei rifiuti e sicurezza, dato che microcriminalità e lo spaccio sono ormai all’ordine del giorno alla Marina”. Melis ha chiesto che nel locale comunale di piazzetta Savoia venga istituito un presidio fisso di polizia municipale.

Davide Marcello, presidente Confesercenti, anche lui “pro pedonalizzazione” ha chiesto coinvolgimento nella decisione e chiarezza sui parcheggi: “vogliamo sapere quanti ne perdiamo e dove li possiamo recuperare”. Anche Emanuele Frongia, rappresentante Confesercenti per il corso Vittorio Emanuele II ha sottolineato che “più si pedonalizza e più serve controllo”. 


In questo articolo: