Via Roma ancora regno dei venditori abusivi: nessun controllo in pieno centro a Cagliari

Scarpe, borsette e cinte griffate vendute, alla luce del sole, sotto i portici. La merce piazzata, senza troppi problemi, davanti alle vetrine dei negozi. Dei vigili manco l’ombra: qualche giorno fa la notizia, che vi abbiamo dato in esclusiva, di una maxi multa da 5mila euro a un ragazzino che vendeva prezzemolo fuori dal mercato di via Quirra

Il famoso marchio col “baffo” delle altrettanto famose scarpe da tennis, vendute in pieno centro città – via Roma – sopra un tappeto di stoffa. Poco più avanti, stessa scena, cambia solo la merce: borsette e cinture da donna, con davanti un negozio d’abbigliamento. I venditori abusivi stranieri continuano a cercare di fare affari nella strada-cartolina di Cagliari. E spicca, oltre al colore vivace di alcune paia delle scarpe vendute, anche l’assenza dei vigili. Per tante ore, il gran “bazar” dell’irregolarità è andato avanti, mentre centinaia di cagliaritani e turisti passeggiavano per la strada.

Qualche giorno fa, invece, il racconto in esclusiva di Marco Trogu, 77enne pensionato di Is Mirrionis: “C’era un ragazzino che vendeva prezzemolo. Gli agenti l’hanno visto e gli hanno fatto una multa da cinquemila euro, solo perché stava cercando di guadagnarsi, in qualche modo, un pezzo di pane”. Il giovane non aveva nessuna autorizzazione: “Ma come si può vivere se si deve sempre pagare qualcosa al Comune o alla Regione. Che cosa è una licenza? Licenze qui, licenze lì, ma questa burocrazia quanto cxxxx ce la togliamo da mezzo alle pxxx?”.