Via Porcile, locali senza tavolini all’aperto: “Vogliamo lavorare”

I titolari dei locali si rivolgono al Comune: “Attendiamo il nulla osta da settimane, intanto continuiamo a perdere lavoro”

Locali di via Porcile senza tavolini all’aperto, nonostante il Comune abbia deliberato da settimane per l’autorizzazione a posizionare sedie e tavoli fuori dai pub. “Perché nelle altre strade del quartiere è stato dato il via libera e qui no – chiede Cecilia, titolare del ristorante cubano “Palabar Habana Vieja”, parlando a nome anche degli altri locali di via Porcile – Ci sentiamo discriminati”.

Ristoratori in attesa del nulla osta da settimane. “Come l’anno scorso ci hanno promesso che avremo potuto mettere i tavolini già da maggio – continua Cecilia – Intanto è arrivato giugno e stiamo ancora aspettando. Questo è l’unico periodo in cui lavoriamo, visto che per il resto dell’anno battiamo pochi scontrini e accumuliamo solo debiti. Ci sentiamo penalizzati rispetto agli altri locali, nonostante siamo tra i primi ad avere richiesto l’occupazione del suolo pubblico e avere sempre rispettato le regole e pagato tutte le tasse. Oltretutto la nostra presenza ha riportato ordine nella zona che in passato era frequentata da vandali e ubriaconi”.


In questo articolo: