Via i rifugiati da via Roma. Zedda li difende: speculazioni su di loro

Da oggi i rifugiati che bivaccavano in via Roma verranno ospitati in strutture pubbliche cagliaritane, esplode la polemica. Forza Italia: intervento tardivo


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Stop all’accampamento dei rifugiati sotto Palazzo Bacaredda, via a coperte e cuscini di un gruppo di immigrati che da oltre un mese avevano trasformato i portici di via Roma nella loro dimora. Oggi hanno concluso la loro protesta per tornare nel centro di accoglienza in viale fra Ignazio. Ora attendono lo sblocco dei fondi europei per i richiedenti asilo. Critiche da parte dell’opposizione in Consiglio comunale. “Intervento tardivo da parte del servizio Politiche sociali – attacca il capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Farris – che si ripercuote in maniera negativa sull’amministrazione comunale”.

Proprio ieri il sindaco Massimo Zedda, in risposta ad una interrogazione urgente del consigliere Pierluigi Mannino, aveva espresso preoccupazione per la situazione che si stava creando. “Sono stati illusi – aveva detto riferendosi al gruppo di rifugiati che dimoravano sotto il Comune – che con questa protesta avrebbero ottenuto casa, soldi e lavoro. Non vorrei che ci fosse un’attività speculativa dietro queste persone che stanno fuggendo dalla fame e dalla guerra”. Dal Comune fanno sapere che non è stata emessa alcuna ordinanza di sgombero, ma i giovani immigrati erano stati avvertiti ieri sera del fatto che oggi ci sarebbero state le periodiche pulizie del pavimento. Sul posto sono intervenuti anche i vigili urbani e la Polizia per dirigere le operazioni di ritiro della roba.


In questo articolo: