Via Campania, nella strada-autodromo sfrecciano i pericoli: “Poca illuminazione, rischi continui”

Dopo l’ennesimo pedone investito sulle strisce, che finisce all’ospedale in codice rosso, si anima il dibattito sulla via che unisce il centro città con Is Mirrionis. “La sera la luce è quasi pari a zero, c’è paura anche solo ad attraversare”. Guardate il VIDEO

Sono circa 200 metri, ma nella lingua d’asfalto che nei fatti è una proseguimento “naturale” di via Liguria gli incidenti sono troppi. L’ultimo, cronologicamente, vede “protagonista” un 26enne di Suelli, che viene investito sulle strisce da un anziano alla guida di una Land Rover. Il pedone vola per dieci metri, prima di cadere rovinosamente sull’asfalto. E adesso è in ospedale in gravi condizioni. Passa tutto per l’illuminazione, a quanto pare: insufficiente quando cala il sole. Ma le auto, luce a parte, sfrecciano e superano, in molti casi, il limite di velocità.
Tra i commercianti c’è paura. Il classico rumore di due auto che si scontrano e quello della sirena dell’ambulanza è fin troppo familiare. “L’illuminazione non è adeguata, io stessa, se posso parcheggio l’auto nel lato stesso del mio negozio, pur di evitare di attraversare la strada”, racconta Francesca Cau, titolare di un’erboristeria. Pochi metri più avanti, Matteo Carboni gestisce un negozio dedicato agli animali. “Gli incidenti sono quasi all’ordine del giorno. C’è poca illuminazione, il Comune potrebbe realizzare delle strisce pedonali luminose, come in altre zone della città”.

In questo articolo: