Negozi di lusso in via Alghero e locali a Sant’Elia: 50 occupazioni abusive a Cagliari

Locali commerciali delle vie dello shopping e in via Schiavazzi occupati. Ecco la mappa dell’illegalità diffusa nel capoluogo. “Tolleranza coi disperati, ma mandiamo via i furbetti”

Negozi di lusso in via Alghero, locali commerciali a Sant’Elia e immobili del Comune occupati abusivamente in tutta la città dal centro storico alle periferie. Sono 50 le occupazioni abusive nel capoluogo. I dati elencati in aula oggi, con un po’ di imbarazzo, dall’assessore alla Sicurezza Paolo Spano, interrogato da Aurelio Lai, consigliere comunale del gruppo misto (uno degli scontenti della maggioranza che sostiene il sindaco Paolo Truzzu).

Lai in aula ha chiesto quanti siano nel capoluogo gli immobili occupati abusivamente, sollevando l’ipotesi di danno erariale per l’amministrazione. E Spano ha elencato: due locali commerciali in via Alghero, uno in via Università e sei in via Righi. Tutti locali commerciali. Dodici famiglie occupano abusivamente l’ex circoscrizione di via Carpaccio e c’è l’ex Cral di viale Regina Margherita. C’è poi l’occupazione abusiva di via Cammino Nuovo, poi altre 18 in via San Paolo e altre 20 locali occupati in via Schiavazzi a Sant’Elia.

“Sta provvedendo l’avvocatura”, ha sottolineato Spano, “ma sgomberare non basta. Servono progetti per la gestione degli immobili. Perché altrimenti questi vengono nuovamente occupati”.

“Capisco la cautela nei casi in cui ci sono famiglie” ha dichiarato Lai, “ma dove ci sono locali commerciali dobbiamo intervenire. Perché non riusciamo a mandarli via. C’è il rischio di danni erariali. Diamo risposte alle famiglie, ma basta dare locali ai furbetti”.


In questo articolo: