Via al mega Auchan a Pirri: “Tutti i negozi della galleria chiusi durante i lavori”

Il centro commerciale di via Vesalio diventerà il più grande della Sardegna. L’allarme dei sindacati: “Lavori subito dopo Pasqua, tutta la galleria chiusa per mesi. Centinaia di lavoratori rischiano di perdere il posto”

La data ufficiale sul calendario non è ancora stata comunicata, ma la mega espansione di Auchan a Pirri è già prevista. Il Comune, nel 2018, ha dato il via libera agli interventi per creare un canale anti-alluvioni: i lavori li sta realizzando la società Gallerie Commerciali srl, tutti a sue spese. Quando saranno terminati, partirà l’ampliamento del centro commerciale di via Vesalio: ben ottomila metri quadri in più con tantissimi nuovi negozi. Ma è proprio sul “cantiere” che interesserà l’attuale struttura che arriva il “triplice allarme” di Cgil, Cisl e Uil. Sul calendario non c’è ancora una data ufficiale, ma una “ufficiosa” invece sì: aprile 2020. “Subito dopo Pasqua”, dicono all’unisono i sindacalisti Nella Milazzo, Giuseppe Atzori e Cristiano Ardau. Il problema? È presto detto: “Non si sa quanto dureranno i lavori e abbiamo saputo che, sino a quando non saranno terminati, chiuderanno tutti i negozi presenti dentro la galleria”. In pratica, dovrebbe restare aperto solo il centro commerciale vero e proprio. Le rivendite di abbigliamento, scarpe, libri e fiori, invece, dovrebbero abbassare le serrande sino alla posa dell’ultima pietra.

 

“I lavori dovrebbero prevedere la chiusura di tutti i negozi della galleria. In alcune aziende si ricorrerà alla cassa integrazione per ristrutturazione, visto che hanno centinaia di dipendenti ma i piccoli negozi non hanno alcun tipo di ammortizzatore sociale. La preoccupazione è che i lavoratori vengano licenziati”, dice Cristiano Ardau, “abbiamo chiesto un incontro alla direzione del centro commerciale e coinvolgere l’assessora regionale del Lavoro per un ragionamento complessivo legato agli ammortizzatori sociali. Il centro commerciale dovrebbe restare aperto”. Per Nella Milazzo “c’è incertezza. Quanto tempo resteranno chiusi e quali garanzie avranno i lavoratori? Chiederemo alla Zedda di ragionare sulla salvaguardia dei lavoratori, come faranno a vivere?”. Giuseppe Atzori è netto: “Quello che aspetta il futuro di questo centro commerciale è che, nelle idee, dovrebbe diventare il più grande di tutta la Sardegna come quantità di negozi e superfici. Non devono però pagare e rischiare i lavoratori che già ci sono. Questi lavori non devono pregiudicare la loro vita. Vogliamo sapere quando partiranno e quanto dureranno i lavori e quale sarà l’impatto legato alla chiusura”.


In questo articolo: