Ventiduenne vittima della folle “lotteria dei posti” Ryanair a Elmas: “Addio volo nonostante il biglietto”

Simo Josipovic, 22enne bosniaco residente a Quartu, doveva atterrare a Vienna ma, alla fine, è rimasto a terra: “Hanno dovuto chiamare la polizia per farmi scendere dall’aereo, mi ero prenotato da 4 giorni. Un appuntamento urgente in banca è saltato, dovrò spendere soldi in più per pagarmi il ritorno e perderò lezioni all’università”. VIDEO INTERVISTA

Biglietto per il volo Ryanair da Elmas a Vienna comprato quattro giorni fa, poi un guasto improvviso ad uno degli aerei, il trasferimento in un altro velivolo e l’amara beffa. Niente posto a bordo per Simo Josipovic, 22enne bosniaco residente a Quartu. Con lui sono rimasti a terra cinque altri passeggeri, ma si sono vissuti lunghi minuti di tensione: “Hanno dovuto chiamare la polizia per farmi scendere dall’aereo, dovevo esserci anch’io a bordo di quell’aereo perchè avevo pagato sino all’ultimo centesimo ed ero in regola”. A quanto pare, però, nel cambio tra un’aereo e l’altro sono incredibilmente mancati ben sei posti. Non è la prima volta che succede e, purtroppo, rischia di non essere l’ultima. Il giovane si è precipitato al banco informazioni della compagnia aerea irlandese, ma senza ottenere chissà quale grosso risultato: “Prossimo aereo dopodomani, e per il ritorno dovrò ripagare da zero il volo perchè la data cambierà, anche se non per colpa mia”. E, come per qualunque altra persona vittima della maledetta e sempre improvvisa “lotteria dei posti” di Ryanair, anche Josipovic deve fare i conti con una serie di danni.

 

 

 

“Avevo appuntamento in una banca di Banja Luka, nella Bosnia, per un’operazione importante e costosa. Vedremo se tra due giorni potrò ancora farla. Inoltre”, prosegue, sconsolato, il giovane, “perderò sicuramente giorni di lezione all’università, anche questo è un bel danno perchè poi dovrò recuperare ciò che non ho potuto seguire per colpa di Ryanair”.


In questo articolo: