Vendono pezzi di un’auto rubata ai Carabinieri, tre persone in arresto

L’operazione a Monserrato

Un’auto rubata, smantellata e rivenduta in rete. E’ il risultato di un’indagine dei Carabinieri di Monserrato in collaborazione con la Compagnia di Quartu Sant’Elena che ha portato all’arresto di tre persone: Kevin Selimovic, disoccupato, Jagoda Selimovic, casalinga e Mihai Florin Porcedda, banconiere, tutti residenti a Selargius e già noti alle forze dell’ordine. La vicenda è iniziata con la denuncia del furto di una Opel Corsa presentata lo scorso 5 settembre da A.D., a Monserrato: dopo pochi giorni sul noto sito “Subito.it” è comparso un annuncio di vendita di pezzi di autovettura che il derubato ha riconosciuto come propria. I Carabinieri si sono prestati al gioco e hanno inscenato una compravendita. I ladri si sono presentati a bordo di un furgoncino nei pressi del cimitero di Monserrato, ignorando che a pochi metri di distanza dal derubato, erano nascosti, in attesa, i militari. Immediatamente bloccati, sono stati arrestati per riciclaggio e portati a Uta. L’auto rubata è stata ritrovata nel campo nomadi in località Pitz’e Pranu, a Selargius ed è ora sotto sequestro.