Vandali senza cuore a San Vero Milis, distrutte le casette dei gatti randagi

Lucchetti spezzati e rifugi danneggiati, la denuncia sui social di una ragazza che da anni si prende cura dei poveri mici: “Ho speso più di 500 euro per acquistarle, ho a malapena i soldi per comprare il cibo per i gatti”

Hanno visto quelle casette-rifugio per gatti randagi a San Vero Milis e, forse senza nemmeno un briciolo di rimorso, le hanno distrutte. Il fatto, stando alla denuncia fatta sui social da Daniela P., una cittadina che da anni aiuta i mici meno sfortunati, è avvenuto qualche giorno fa: “Questa era una delle mie postazioni protette per il cibo nelle colonie. Una cassapanca costruita su misura, decorosa e decorata, grande abbastanza da accogliere al suo interno diversi gatti, con le ciotole per le crocchette e i piatti. Era legata con catena e lucchetto a una transenna.

Il lucchetto è stato spezzato ed è stata buttata giù da una scogliera sulle rocce sottostanti; come potete vedere è a pezzi”.

“A un’altra cassapanca hanno sfondato le finestrelle la settimana scorsa ed è stata spaccata anche la bacinella per l’acqua. Io butto il sangue per i miei randagi. Spendo per farli star bene e proteggerli. Questa è una coltellata, l‘acquisto delle cassapanche l’inverno scorso era costato più di 500 euro. Sono durate meno di un anno”.


In questo articolo: