Vallermosa, “mi hanno proposto un corso gratis per guardia giurata in Abruzzo ma poi volevano 3500 euro”

Il racconto di Raffaele Marotto, disoccupato di 38 anni: “Un uomo di circa 50 anni è venuto sino a casa, quando gli ho detto che non volevo pagare ha insistito, dicendomi che era un corso a numero chiuso. Ho anche scoperto che la stessa proposta è stata fatta in altre regioni italiane da chissà chi, prendendo le quote e sparendo nel nulla”

Un link, trovato su Facebook, con una proposta allettante: “Corso gratuito per diventare guardia giurata”. Raffaele Marotto, 38enne disoccupato di Vallermosa, si è incuriosito: con una compagna e due figli da mantenere, la possibilità di ottenere una possibile qualifica lavorativa, soprattutto senza pagare un solo centesimo, somigliava a un terno al lotto. Poi, però, stando al suo racconto, le cose sono andate diversamente: “Dopo aver compilato un form ho ricevuto due telefonate, sempre dallo stesso numero. La prima il 7 gennaio,a seconda due giorni fa. Un signore, dopo essersi presentato come rappresentate della società incaricata di svolgere il corso, mi ha convinto a fissare un appuntamento a casa mia”, racconta Marotto. Alle 18:30 “un distinto signore di circa 50 anni ha suonato il campanello. L’ho fatto entrare e ha subito cambiato tutte le carte in tavola. Mi ha mostrato dei depliant scritti perlopiù in inglese e dicendomi che il corso non era più gratis e dovevo pagare 350 euro per l’iscrizione e prepararmi ad andare in Abruzzo per una settimana, per un costo totale di 3500 euro”. E lui, disoccupato, ha detto un semplicissimo “no, grazie”. Ma il presunto organizzatore di corsi per diventare guardie giurate ha insistito: “Mi ha detto che le iscrizioni erano a numero chiuso e che stavo perdendo una grande opportunità. Io non mi sono fidato e lui, un po’ seccato, se n’è andato”.

 

Una volta che era nuovamente solo con la compagna, Raffaele Marotto ha iniziato a “navigare” un po’ su Google: “Ho scoperto che altre persone, in Italia, hanno raccontato di aver ricevuto una proposta simile alla mia, da chissà chi, cioè un corso di guardia giurata da svolgersi per una settimana in Abruzzo. Mi sono anche consultato con mia madre e siamo arrivati a capire che, forse, sotto poteva esserci qualcosa di strano. Ho deciso di raccontare quanto mi è accaduto a Casteddu Online per mettere in guardia altre persone che, magari, sono state attirate come me dallo stesso messaggio che rimbalza sui social. Di gratuito in questo presunto corso, almeno per quella che è stata la mia esperienza, non c’è nulla”.