Valeria e il dramma delle toelettature per animali in Sardegna: “Salvate le nostre attività, fateci ripartire in piena sicurezza”

Valeria Pilloni, che gestisce una toelettatura per cani e gatti a Terralba, lancia un disperato appello perchè anche questa categoria non venga dimenticata: “Non siamo inutili, siamo fondamentali per i nostri amici animali. Opereremo rispettando tutte le norme sanitarie: non fateci morire, però”

Valeria Pilloni, che gestisce una toelettatura per cani e gatti a Terralba, lancia un disperato appello perchè anche questa categoria non venga dimenticata dall’emergenza Coronavirus: “Vi scrivo per informarvi della situazione in cui si stanno ritrovando le toelettature, compresa la mia ovviamente, in Sardegna così come nel resto d’Italia. Nel DPCM dell’11 marzo a causa di un vizio di forma, la nostra categoria è stata accorpata a quella dei parrucchieri e nonostante il fatto che il loro lavoro ha poco in comune con il nostro, il timore principale è che le attività che sono state tra le prime ad essere sospese potrebbero essere, per lo stesso motivo, tra le ultime a poter riaprire al pubblico. Spesso si ha la cognizione che la toelettatura sia soltanto un vezzo estetico, ma vi assicuro che è un’operazione necessaria al benessere generale dei nostri animali. Così come i veterinari con i quali spesso collaboriamo, il nostro lavoro permette di risolvere problemi come dermatiti, ferite nei polpastrelli causate dalle unghie lunghe, otiti causate dall’accumulo di pelo, prevenire eczemi oppure segnalare i vari problemi da riportare ai veterinari. Il nostro obbiettivo ovviamente è che le nostre imprese del settore possano essere tra le prime a riaprire non appena il governo darà il via alla fase due delle riaperture”.

Valeria non vuole darsi per vinta, a nome di tanti altri come lei che in Sardegna facendo questo lavoro dimostrano anche. grande amore per gli animali: “Lo chiediamo anche perché sappiamo di poter tutelare la salute dei nostri pelosetti, dei clienti e ovviamente di noi stessi. La professione del toelettatore è gestita abitualmente attraverso un contatto tra le persone ridotto minimo: noi lavoriamo per appuntamento e l’unico contatto può avvenire alla consegna e all’uscita del cucciolo. Ma il tutto avviene sempre con un contatto minimo in quanto entrambe le volte il cliente arriverà per appuntamento mettendosi d’accordo con noi, anche telefonicamente, sul da farsi e le eventuali tempistiche. Ovviamente siamo pronti ad adottare tutte le rigorose misure igienico-sanitarie, rispondendo con diligenza e rigore alle indicazioni del Governo per evitare la diffusione del contagio. Vi chiedo perciò di far sentire la nostra voce perché non sappiamo quando potremo riaprire. Nella richiesta inoltre viene chiesto al governo che il nostro codice Ateco sia distinto da quello dei parrucchieri ed estetiste perché siamo come detto prima una categoria completamente differente in quanto non effettuiamo nessun servizio alla persona ma esclusivamente agli animali. Questo del covid è stato per tutti un duro colpo, ma personalmente andrò avanti nonostante le tante difficoltà del momento. La quarantena è stata un motivo di riflessione e di crescita personale e professionale destinata ad un cambiamento nella mia attività proiettata a questa nuova realtà che stiamo vivendo. Invito tutti gli imprenditori sardi a non mollare per il bene dell’economia della nostra terra”.


In questo articolo: