Va in pensione e muore dopo 4 mesi, Cagliari e la Fonsarda piangono il panettiere Gianni Berli

Il titolare dello storico panificio fonsardino aveva smesso di lavorare ad aprile. Se l’è portato via un brutto male, aveva 64 anni. Choc e lacrime in tutto il rione.

Se n’è andato dopo essere andato in pensione da appena quattro mesi, dopo decenni passati a lavorare nello storico panificio del rione cagliaritano della Fonsarda. Gianni Berli è morto a sessantaquattro anni, se l’è portato via un brutto male contro il quale stava combattendo da tempo. Sempre sorridente e caparbio, chi ha avuto modo di vederlo o di parlarci negli ultimi tempi confida che Gianni Berli fosse tranquillo: “Mi sto curando”, ripeteva agli amici di una vita. Quelli che, oggi, choccati, lo piangono. Il primo aprile scorso aveva chiuso il panificio aperto dal padre e dalla madre nel 1963 e diretto, da lui e dal fratello Francesco, sin dal 1994.
“Siamo convinti di quello che abbiamo fatto e dato, si è chiuso un ciclo, andiamo verso una nuova vita. Quella della pensione per mio fratello, per me sarà così tra pochi anni. Ho bisogno, personalmente, di ‘ristrutturarmi’ il fisico”. Parole dette da Gianni Berli alla nostra redazione, in un articolo che aveva collezionato migliaia di condivisioni. Il 64enne ha cercato ogni giorno di lottare per sconfiggere il brutto male che si era presentato nella sua vita qualche anno fa. Una battaglia che, purtroppo, ha perso.


In questo articolo: