Uta, pistola in pugno costringe un passante a prelevare al bancomat e lo rapina: arrestato un pregiudicato

Ha avvicinato un 50enne e, dopo averlo minacciato, puntandogli contro una pistola, gli ha intimato di raggiungere il vicino ufficio postale per effettuare un prelievo. Intascata la somma è fuggito, ma è stato rintracciato dai carabinieri

Ieri, a Uta, i Carabinieri della Stazione di Siliqua, hanno arrestato per rapina a mano armata e minaccia e resistenza a pubblico ufficiale un 52enne di Uta, pregiudicato.

L’uomo, alle  16, aveva avvicinato un 50enne e, dopo averlo minacciato, puntandogli contro una pistola, gli aveva intimato di raggiungere il vicino ufficio postale per effettuare un prelievo “postamat”: ottenuto quanto richiesto, appena il malcapitato aveva concluso l’operazione, il rapinatore si era impadronito della somma erogata ed era scappato immediatamente. Il rapinatore è stato comunque riconosciuto e, richiesto al numero di emergenza 112 l’intervento di una pattuglia dell’Arma, i Carabinieri di Siliqua, sono riusciti a rintracciare il 52enne che ha opposto resistenza al suo controllo da parte dei militari.

Durate la perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno trovato una pistola calibro 8 mm a salve priva di tappo rosso, probabilmente quella utilizzata per la rapina, poi sequestrata. Al termine delle formalità, il 52enne veniva ristretto presso la Casa Circondariale di Uta, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


In questo articolo: