Una fotografa sarda premiata a Tokio con il suo tributo all’Egitto

Il personaggio del giorno è la fotografa sarda Annamaria Bruni, che ha stregato la giuria di un importante concorso in Giappone

Si è tenuta quest’oggi a Tokyo la premiazione dei vincitori del Nikon Photo Contest 2016-2017, uno dei concorsi fotografici più prestigiosi al mondo.

Il Premio speciale per il 100° anno di Nikon, introdotto in questa edizione per celebrare l’importante anniversario, è stato assegnato alla fotografa sarda Annamaria Bruni, autrice della fotografia “Saluto al sole”, un personalissimo tributo all’Egitto, un poetico ritratto che celebra la calda intimità di un momento di preghiera.    

Al Nikon Photo Contest hanno partecipato quest’anno 21.511 fotografi provenienti da 170 paesi, che hanno inviato 76.356 lavori, segnando un nuovo record per il concorso in termini di paesi e aree geografiche partecipanti.

Annamaria Bruni commenta così il suo scatto: “Questa foto è il mio tributo personale al mio amato Egitto, che è stata la mia casa per più di dieci anni. L’intenzione, dietro a questa fotografia di una donna che prega vicino alla sua finestra, era quella di esprimere la calma e la tranquillità, per dare un nuovo senso alla parola “celebrazione”. Un modo diverso per descriverla: dobbiamo sempre essere grati per ogni momento che viviamo e celebrare ognuno di essi.”


In questo articolo: