Un super Cagliari annienta l’Atalanta e ora vola in zona Champions League

Caglari da favola vince due a zero a Bergamo, domina contro Gasperini e ora è quarto in classifica. Sognare non è reato: i rossoblu sulle orme del Cagliari di Francescoli

 

UN CAGLIARI SUPER ANNIENTA L’ATALANTA
nella pioggia di Bergamo grande successo dei rossoblù che adesso sono quarti.

Il Cagliari fa sul serio, si presenta a Bergamo in casa di una delle squadre più forti del campionato, con una formazione diversa rispetto a quella che ha battuto il Bologna e nonostante il campo reso pesante dalla pioggia, sfodera una prestazione tutta grinta e tecnica che schianta l’Atalanta nella prima mezz’ora di gioco, i numeri parlano chiaro: alla fine del primo tempo Cagliari in vantaggio di un goal e con quindici tiri verso la porta avversaria, 9 fuori e 6 nello specchio della porta: inoltre l’Atalanta è in dieci per l’espulsione diretta di Ilicic. Maran stavolta compie il capolavoro della stagione e porta la squadra a ridosso della champions leauge . Adesso sono nove i risultati utili consecutivi e parlare di salvezza sembra un po riduttivo, per il resto bravi tutti, con Nainggolan che ha una marcia in più ma complimenti anche a Lykogiannis, Pisacane e Oliva che hanno impresso alla gara una svolta decisiva. I tifosi rossoblù adesso possono impazzire di gioia.
Il Cagliari a caccia del nono risultato utile consecutivo allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, nel campo dell’Atalanta tritatutto dove tra l’altro i rossoblù di Maran hanno vinto i due ultimi confronti. Per l’occasione il tecnico cagliaritano applica alcune modifiche alla squadra che ha battuto il Bologna alla Sardegna Arena, quindi Olsen tra i pali, Cacciatore e Lykogiannis terzini, Klavan e Pisacane centrali, davanti a loro Oliva, interni di centrocampo Rog e Castro, Nainggolan dietro le punte che sono sempre Simeone e Joao Pedro. Arbitra il sig. Abisso di Palermo, il tempo è piovoso e la temperatura non supera i 12°.
Il Cagliari parte in quarta, aggressivo in tutte le zone del campo e con un Nainggolan letteralmente scatenato, già al 3’ prima occasione con Simeone, al 6’ è proprio Nainggolan a concludere di potenza, un minuto dopo è Klavan che calcia fuori, al 14’ primo giallo della partita per Rog che al 20’ si presenta da solo di fronte al portiere dell’Atalanta Gollini che salva con un grande intervento, al 24’ giallo anche per Lykogiannis che travolge Gomez, al 27’ è Castagna a calciare al volo verso la porta difesa da Olsen: palla fuori di poco. AL 29’ ancora Nainggolan che calcia da fuori area, tiro di poco alto sulla traversa. Al 30’ occasione incredibile per Joao Pedro che calcia a colpo sicuro all’altezza del dischetto, Castagna devia miracolosamente. Un minuto dopo Cagliari in vantaggio, punizione di Lykogianni che carambola sulle maglie dei nerazzurri bergamaschi e palla in rete. Al 37’ grande conclusione di Gomez che colpisce la traversa e poi carambola sul corpo di Olsen che devia in calcio d’angolo. Al 38’ cartellino rosso per Ilicic che scalcia Lykogiannis in caduta mentre protegge la palla in uscita sul fallo laterale, Atalanta in dieci dopo quaranta minuti di gioco dove il Cagliari è stato straripante. Al 44’ altro gran tiro di Simeone, fuori di poco. Dopo un minuto di recupero, Abisso manda le squadre negli spogliatoi, Cagliari meritatamente in vantaggio.
La seconda frazione di gioco si apre con un doppio cambio per l’Atalanta, Gasperini manda in campo, esce Gosens per Hateboer e Malinovsyi prende il posto del Papu Gomez. Al 11’ giallo per Oliva per un fallo a centrocampo, ma Oliva si fa perdonare subito, rilancia un’azione in avanti e serve una palla d’oro a Simeone, Oliva a rimorchio buca la rete di Gollini per la seconda volta, Atalanta 0 Cagliari 2. Al 17’ Joao Pedro a terra per una manata proibita ricevuta da Hateboer a palla distante, il brasiliano viene soccorso a bordo campo, al 21’ giallo anche per Malinovsyi che colpisce Simeone con una manata. Al 25’ anche Maran procede a un cambio, Nandez prende il posto di Rog che sembra non averne più, al 32’ entra Barrow ed esce Muriel, cambi esauriti per Gasperini, Atalanta che cerca in tutti i modi il goal ma il Cagliari si difende bene e quando può riparte pericolosamente in contropiede. Al 38’ Nandez ha la palla del terzo goal ma Gollini respinge prodigiosamente, al 39’ fuori Simeone e dentro Cerri. Al 41’ grande parata di Olsen che nega il goal a Malinovsyi, al 42’ dentro Ionita e fuori Castro. Finisce a Bergamo una partita che rilancia i rossoblù nella zona alta della classifica e che prospetta per l’anno del centenario, un campionato che renderà felici i tifosi di un’isola intera.


In questo articolo: