Un etto di cannabis in casa, 50enne di Settimo San Pietro finisce ai domiciliari

Un etto di cannabis, denaro e il classico materiale per confezionare droga. I carabinieri arrestano un pusher dopo una doppia perquisizione, scattano gli arresti domiciliari

Più di un etto di cannabis indica, denaro – probabilmente ricavato vendendo la droga – e materiale di vario tipo utile a confezionarla. È questo il “bottino” sequestrato dai carabinieri della stazione di Sinnai a Settimo San Pietro. Nei guai è finito un 50enne con precedenti, Pietro Mauro Locci. I militari hanno trovato soldi e droga durante una doppia perquisizione. Lo spacciatore è finito in un primo momento a casa, agli arresti domiciliari, poi c’è stata l’udienza di convalida. Alla fine l’arresto è stato convalidato e il cinquantenne è stato rimesso in libertà.