Un Cagliari pirotecnico raggiunto in zona Cesarini dall’ex Vecino

I rossoblù giocano una buona gara al Sant’Elia, ma pareggiano con l’Empoli (1-1), diretta concorrente per la salvezza

Nell’ottava giornata di ritorno, il Cagliari (che non vince da 7 gare) nell’anticipo di oggi delle 20,45 non è riuscito a battere al Sant’Elia l’Empoli, diretta concorrente per la salvezza. L’undici di Zeman ha disputato una buona gara, giocando con determinazione e creando diverse occasioni da rete per chiudere la partita, con un gioco spumeggiante, tipico da Zemanlandia. Ad aprire le danze è stato Joao Pedro: la gara a quel punto si è messa in discesa per i rossoblù, che si sono trovati in vantaggio ed hanno poi controllato il gioco creando diverse occasioni per raddoppiare (con due pali). Ma nella ripresa, a 30 secondi dal termine, gli ospiti hanno trovato il gol del pari con l’ex Vecino.

GLI SCHIERAMENTI. Zeman ha proposto il solito 4-3-3, con Brkic in porta; davanti a lui Balzano, Ceppitelli, Diakitè e Murru; in mediana Dessena, Crisetig e Joao Pedro; in avanti Farias, Sau e M’Poku. Il tecnico dell’Empoli Maurizio Sarri ha risposto col modulo 4-3-1-2: con Sepe tra i pali; davanti a lui quattro difensori: Mario Rui, Barba, Rugani e Hysaj; a centrocampo Vecino, Signorelli e Croce; in avanti Saponara, punte Maccarone e Tavano. Ha diretto l’incontro l’arbitro Rizzoli di Bologna. 

PRIMO TEMPO. Il Cagliari si è dimostrato subito aggressivo con il giusto approccio, caratterizzato da un gioco molto veloce. Dopo pochi minuti ha usufruito di un calcio piazzato dal limite, calciato però da M’Poku sulla barriera. Il Cagliari c’è e si vede. Gli ospiti nel primo tempo si son resi pericolosi con una girata del bomber Maccarone, neutralizzata senza difficoltà da Brkic. I rossoblù son sembrati indemoniati, la cura zemaniana si è vista:  la squadra è pimpante ed ha messo in mostra un gioco frizzante. Al minuto 15 ci ha provato M’Poku, ma il suo tiro è finito sui guantoni di Sepe. E’ stato il preludio al gol che è arrivato pochi minuti dopo: Farias (in grande spolvero) ha servito il connazionale Joao Pedro (nella foto) che con una bella giocata ha piazzato un piatto destro che si è infilato in rete, 1-0. Un boato del pubblico ha festeggiato il gol del vantaggio. I rossoblù hanno continuato ad attaccare ed hanno sfiorato il raddoppio con Crisetig che, con un sinistro dal limite (deviato da un difensore), ha costretto Sepe a salvarsi in angolo. Scoccava il minuto 24 quando Joao Pedro con un gran tiro dal limite ha sfiorato la traversa. Lo stesso giocatore brasialiano su calcio piazzato ha scheggiato il palo. Gli ospiti hanno reagito alla mezz’ora con una conclusione di Maccarone  terminato alto sulla traversa. Ma il Cagliari ha continuato a pressare con Sau che ha servito M’Poku il cui tiro ha centrato il palo. Nella successiva azione un tiro di Farias ha costretto il portiere ospite a rifugiarsi in angolo. 

SECONDO TEMPO. Il Cagliari in avvio di ripresa è stato strepitoso: si è messo in luce con una buona giocata conclusa con un tiro di Sau fuori dallo specchio. Poi, gli uomini di Zeman hanno continuato a pressare tenendo il controllo della palla e creando qualche altra azione pericolosa. Gli ospiti si sono fatti vivi al 33’ con Rugani che ha sfiorato il pareggio, ma la sua conclusione è stata deviata in angolo dalla retroguardia rossoblù. Zeman a quel punto ha effettuato alcuni cambi, buttando nella mischia tre uomini freschi: Caio Rangel, Cop e Hasbauer, rispettivamente al posto di Farias, M’Poku e Sau. I rossoblù hanno tenuto bene la gara e quando sembrava ormai conclusa, proprio a 30 secondi dallo scadere l’Empoli con un gol dell’ex Vecino ha riequilibrato il punteggio, 1-1. Peccato, il sogno della vittoria dei rossoblù è svanito proprio in zona Cesarini.

LE PAGELLE. Brkic 5,5, Balzano 6, Ceppitelli 6, Diakitè 6, Murru 6, Dessena 5,5, Crisetig 6, Joao Pedro 6,5, Farias 6 (st Caio Rangel sv), M’Poku 6 (st Husbauer sv), Sau 6 (st Cop sv). Zeman 6. 

PROSSIMO TURNO. Nella prossima gara in programma, il Cagliari giocherà in trasferta con Milan (nell’anticipo del 21 marzo, alle 20,45) , mentre l’Empoli se la vedrà il giorno dopo in casa col Sassuolo.


In questo articolo: