Un Cagliari guerriero non basta: la Samp vince con un rigore di Quagliarella

Sfortunata prestazione dei ragazzi di Maran che a Genova perdono di misura con un gol subito di rigore e trasformato da Quagliarella. Il Cagliari si presenta al Ferraris con una formazione inedita a causa degli infortunati e dello squalificato Joao Pedro, tra i titolari trova spazio già dal primo minuto, anche il diciannovenne prelevato dalla Primavera Doratiotto. Sampdoria – Cagliari è anche la partita degli ex, a cominciare dall’allenatore blucerchiato Giampaolo ai vari Murru, Ekdal e Sau. La tradizione vede il Cagliari spesso protagonista contro la squadra genovese e l’avvio di partita lascia pensare a una giornata importante in tal senso. Confermato Luca Pellegrini a sinistra e Padoin a destra, Cigarini in cabina di regia, Deiola e Barella interni di centrocampo sostenuti da Ionita e Doratiotto dietro la punta Pavoletti. In difesa Ceppitelli e Pisacane centrali. La voglia di far bene dei cagliaritani si nota subito, squadra veloce e pressing alto, finalmente anche alcuni tiri dalla distanza, ci provano Cigarini e Barella, palla che non inquadra lo specchio della porta. Dal canto suo la Samp si rende pericolosa con il solito Quagliarella e con Sala. Finisce il primo tempo con le squadre in perfetta parità, anche per quanto riguarda gli ammoniti (Ekdal per la Samp e Deiola per il Cagliari. Inizia il secondo tempo e subito occasione per la Samp, cross di Murru e tiro di saponara da distanza ravvicinata, palla fuori di poco. Al 20’ rigore per la Samp, cross da sinistra e contatto proibito tra Pellegrini (che viene anche ammonito) e Gabbiadini, dal dischetto Quagliarella non sbaglia, Samp 1 Cagliari 0. Al 28’ Maran corre ai ripari facendo una doppia sostituzione, fuori Padoin e Deiola e dentro Faragò e Srna. Il Cagliari mette il cuore in campo, Barella indiavolato va ormai su tutti i palloni e Srna inizia ed effettuare cross dalla fascia destra per la testa di Pavoletti. Al 34’ esordio anche per Verde che entra al posto di Doriatotto, Giampaolo invece sostituisce Murru con Bereszynski. Il Cagliari cerca il pareggio ma la Samp si chiude bene soffocando le iniziative rossoblù, la stanchezza comincia ad emergere e la squadra non sembra avere le energie sufficienti ad agguantare il pareggio. Tutto sommato una partita ben giocata dalla squadra cagliaritana che ha tenuto testa ad i più quotati avversari che vantano un attacco ricco di fuoriclasse come appunto Quagliarella, Saponara e Sala e che sono andati in vantaggio grazie a un rigore che a noi è sembrato al quanto discutibile. Cragno, Barella, Cigarini e Pavoletti si confermano ottimi lottatori, oggi un po in ombra pellegrini e Padoin. La lotta per la salvezza si fa sempre più difficile e ci vorrà un Cagliari coraggioso e determinato per scacciare il pericolo di essere risucchiati nella zona caldissima della classifica.


In questo articolo: